domenica 19 ottobre 2008

Ecco cosa succede nella mente di un "fumettista" quando termina un fumetto

"Fumettista" tra virgolette, perché non sono un professionista.
Ad un paio di settimane dalla consegna del mio fumetto, che nel frattempo è in tipografia per la stampa, comincio a realizzare di averlo finito e mi sento un po' più leggero, un po' più vuoto e un po' stanco.
Dopo tre anni di lavoro, aver rispettato la scadenza ed essere soddisfatti del proprio operato è catartico. E quando Michele (MigGin) mi telefona al lavoro... Penso subito che ci sia qualche errore nel lettering, qualche problema. Invece mi dice che ha riletto con calma il fumetto in versione definitiva e che gli è piaciuto molto: sorrido contento, ringrazio e penso che per fortuna sono tutti in pausa pranzo. Sì, perché in quel momento devo avere un'espressione trasognata, gongolante, che mi resta stampata in volto per un po', anche dopo la telefonata.

Cosa mi passa per la testa ora? Tutto e niente. Un sacco di cose posticipate, per lasciare tutto il tempo libero al fumetto. Devo vedere l'ultimo film di Batman, ma ancora non è uscito il dvd. Anche "Wanted" e "Kung Fu Panda". Mi piacerebbe frequentare un corso di pittura. Non vedo l'ora di partecipare alla fiera di Lucca. Ho già pronta la continuazione di "Gelatineide", penso già a quante pagine saranno e mi sembra di essere lì lì per riprendere a disegnare, a partire dallo storyboard. Non so perché, ma questo nuovo impegno mi sembra meno gravoso, ora che ho terminato "Gelatineide". Con "Gaudeamus" era stata più dura... Sono lì per riprendere, solo a un passo... Ma come dicevo, nella mia testa c'è tutto e niente, occorre aspettare un po', lasciar decantare.

Ieri ci siamo incontrati al Centro Fumetto "Andrea Pazienza" per coordinare i preparativi della trasferta lucchese.
Saremo allo stand E 159, in piazza Napoleone, con un banco ricco di novità.

Intanto, su Comicus è stato aperto un thread che parla di Gelatineide.
Purtroppo è difficilissimo contribuire con un commento, tanto che anche io sono costretto a rispondere con le credenziali del Centro Fumetto!
Ecco qui sotto un mio contributo scherzoso alla discussione, in cui mi ritraggo nella mia stanza a Bologna, alle prese con le vessazioni di una gelatina kornelliana che ha imbrattato i miei fogli da disegno!

Io con Gelatina

4 commenti:

2a75 ha detto...

non sapevo che le gelatine kornelliane perdessero liquidi...

af ha detto...

Nel primo fumetto una di loro esce dallo spruzzino della doccia...

MicGin ha detto...

bel post!

af ha detto...

Grazie!!! Attendiamo con ansia l'esito della rilegatura...
Non vedo l'ora di poter sfogliare l'albo!